La Nissan Leaf ora può ufficialmente alimentare le case utilizzando la ricarica bidirezionale

L'abilità è rimasta in gran parte inattiva per anni, ma ora è stata approvata per l'uso

Il caricatore bidirezionale FE-15 di Fermata Energy in un caso di uso commerciale.

Nissan ha approvato il primo sistema di ricarica bidirezionale per l'uso con il suo veicolo completamente elettrico Leaf negli Stati Uniti. Il caricabatterie FE-15 di Fermata Energy, che può alimentare le case utilizzando la batteria del veicolo elettrico, caricarlo e rimandare l'energia immagazzinata alla rete, è il primo sistema del suo genere a ottenere la certificazione UL 9741 per le soluzioni di ricarica bidirezionale.

Nel 2012, Nissan ha promesso che il suo veicolo elettrico, forse presto fuori produzione, alla fine avrebbe condiviso la carica della batteria immagazzinata a casa tua o alla rete durante le ore di punta o anche in caso di emergenza. Questa tecnologia è ampiamente nota come Vehicle-to-Grid (V2G), Vehicle-to-Home (V2H) e Vehicle-to-Load (V2L), che possono essere tutti utilizzati in modo intercambiabile per descrivere un sistema che converte i veicoli elettrici in un backup centrale elettrica.

Anche altre case automobilistiche hanno soluzioni di ricarica bidirezionale, tra cui Funzione di alimentazione di backup intelligente di Ford disponibile per il suo camion F-150 Lightning completamente elettrico. C'è anche la funzione Hyundai Ioniq 5 e 6 V2L che può renderli ottimi compagni di campeggio. Tesla, d'altra parte, è ribassista riguardo al concetto, spingendo invece la sua soluzione di backup della batteria PowerWall dedicata, la stessa che si adatta alle dimensioni delle centrali elettriche virtuali.

potrebbe aiutare a ridurre lo stress sulla rete elettrica

Per Nissan e Fermata, la soluzione è semplice. In un comunicato stampa, David Slutzky, CEO di Fermata Energy, ha affermato che i proprietari di Leaf possono "creare valore aggiuntivo dall'energia immagazzinata nella batteria del veicolo" e che il caricabatterie può aiutare a ridurre il costo totale di proprietà del veicolo elettrico consentendo all'edificio di prelevare energia da esso nelle ore di punta. Slutzky afferma che potrebbe anche aiutare a ridurre lo stress sulla rete elettrica, un problema che, sebbene non esista al momento, potrebbe essere un problema in futuro a meno che le utility e gli operatori di rete non effettuino i giusti investimenti.

Tutti i modelli Nissan Leaf 2013 e successivi sono approvati per l'uso con il caricatore bidirezionale FE-15 e la casa automobilistica afferma che le garanzie della batteria non saranno interessate. Avrai bisogno di una porta CHAdeMO a ricarica rapida sulla Leaf per sfruttare la ricarica bidirezionale, che a volte non era standard. In particolare, il modello del 2013 della Leaf ha ricevuto una batteria da 24 kWh più robusta ma di capacità simile rispetto al modello del 2012 e, sebbene i modelli precedenti avessero un'opzione per la ricarica rapida, Nissan potrebbe non voler essere responsabile del rapido esaurimento della salute delle batterie.

Chi è interessato al caricabatterie FE-15 può contattare l'azienda attraverso il loro sito web. Fermata Energy non è l'unico prodotto nel mirino di Nissan, tuttavia: la casa automobilistica sta anche lavorando con un'altra società chiamata Dcbel che sta creando una soluzione di ricarica bidirezionale specifica per la casa.

La Nissan Leaf può ora ufficialmente alimentare le case utilizzando la ricarica bidirezionale1 Il caricabatterie bidirezionale r16 di Dcbel è progettato specificamente per le case.

È incredibile vedere lo standard di ricarica CHAdeMO improvvisamente avere un ultimo evviva. Il porto sta lentamente scomparendo in varie stazioni di ricarica quando CCS Combo ha preso il sopravvento. Una nuova funzionalità come questa è fantastica da vedere e una grande storia da aggiungere all'eredità della Foglia.

Kupon4U.com
Logo
Abilita la registrazione nelle impostazioni - generale